Un’interpellanza al Governo per dire no alla soppressione di dodici Intercity in Toscana

Ott 23, 13 Un’interpellanza al Governo per dire no alla soppressione di dodici Intercity in Toscana

Siena – Un’ interpellanza urgente al ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, sulla possibile soppressione, da parte di Trenitalia, di dodici intercity che attraversano la Toscana. E’ quella che alcuni deputati del Partito democratico tra cui Luigi Dallai, Marco Donati e Dario Parrini presenteranno per sapere quali iniziative intenda prendere il governo per scongiurare tale soppressione e garantire il diritto alla mobilità ai cittadini ed ai pendolari.

“La gravità del problema – affermano i tre parlamentari – rende necessario interpellare urgentemente il governo. Pur nella necessità di verificare quale siano le tratte interessate dai tagli da parte di Trenitalia chiediamo al governo come vorrà intervenire per scongiurare tagli che porterebbero ulteriori disagi ai cittadini.

L’offerta di servizi per i pendolari si basa principalmente sul trasporto pubblico regionale su ferro, finanziato dalle Regioni, e dall’interazione con i treni Intercity che, sulle lunghe percorrenze di carattere interregionale, rappresentano l’unico mezzo disponibile presso molte stazioni capoluogo di provincia o con un bacino di area vasta anch’esso interregionale. Siamo convinti che la necessaria riorganizzazione dell’offerta da parte del servizio di trasporto su ferro non possa incentrarsi solo sull’alta velocità, ma debba garantire una continuità dei servizi, come gli intercity che per interi territori e milioni di cittadini rappresentano l’unico accesso alla mobilità ferroviaria. Sappiamo che il sottosegretario ai trasporti, Erasmo D’Angelis si sta occupando del problema e che nei prossimi giorni incontrerà i vertici di Trenitalia. Sulla base della risposta del governo – concludono i tre parlamentari – valuteremo se assumere altre iniziative in Parlamento e nel territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *