Siena – Prima le proposte e una squadra competente

Mar 21, 13 Siena – Prima le proposte e una squadra competente

La nostra città e il Paese intero stanno vivendo una fase difficile, sia per gli aspetti politico-istituzionali che per quelli economici. Disegnare una nuova prospettiva significa ripartire dalle idee e dalle persone senza lasciarsi travolgere da una rabbia comprensibile ma non costruttiva. Lo abbiamo dimostrato con l’elezione dei Presidenti di Camera e Senato, e lo dimostreremo nei passaggi che verranno, perché crediamo nel rinnovamento possibile. Lo chiede una generazione ricca di competenze che può e deve essere messa alla prova. Lo chiede il Paese, e lo chiede la nostra città, che di queste competenze si è colpevolmente disinteressata, preferendo troppo spesso l’acritico assenso a una sana critica del dissenso.
E’ necessario recuperare da subito la coesione del centrosinistra cittadino e avviare il confronto con quelle forze e movimenti civici che vogliono condividere un progetto di governo per la città e di radicale rinnovamento della politica senese. Confrontiamoci sui contenuti del progetto, a partire da quelli che considero punti irrinunciabili per chi voglia candidarsi a sindaco, legati a un’idea di crescita intelligente che promuova la conoscenza e l’innovazione. Rifiutiamo di adattarci a un modello di crescita che ha negli anni consumato territorio e risorse, senza alcuna ragionevolezza. “Consumo zero” del territorio, riqualificazione urbanistica dei quartieri dove si è più edificato, agevolazioni per ristrutturazioni e/o piccoli ampliamenti; valorizzazione delle competenze presenti nella macchina comunale per la ricerca di nuovi canali di finanziamento; confronto con la Fondazione Mps sulle scelte statutarie e strategiche che dovranno essere prese nelle prossime settimane e dibattito pubblico all’interno di un gruppo di lavoro promosso dalla coalizione; impegno nei confronti del management della Banca, affinché Mps e il proprio indotto rimangano legati a questo territorio a partire dal mantenimento della direzione generale a Siena; misure per riportare il policlinico delle Scotte al ruolo e al livello di eccellenza secondo quanto richiesto dalla Conferenza dei Sindaci dello scorso anno; sostegno al rilancio dell’Università degli Studi e alla ricerca pubblica e privata, a partire dall’esperienza di Toscana Life Sciences sulle biotecnologie; massimo supporto alla candidatura di Siena Capitale Europea della Cultura 2019 e rilancio del ruolo del Santa Maria della Scala. Ci sono bisogni reali che hanno urgenza di risposte; idee ed energie da chiamare a raccolta. Per questo motivo è importante che la coalizione di centrosinistra presenti una squadra di “governo” con le migliori qualità che la città può esprimere in questo momento. Una squadra che non perda i prossimi due mesi in una campagna elettorale infinita, ma si impegni fin da subito nella realizzazione di proposte e progetti da approvare e realizzare dal giorno dell’insediamento. Siamo in tanti a avere ancora negli occhi la bellezza, che vuol dire speranza, e a credere nelle nostre radici. Si cresce solo così, se si guarda il futuro con la consapevolezza piena del proprio passato. E il nostro è un passato che nessuno può ridurre a scandalo e vergogna, in una città che, così come il territorio che la circonda, hanno saputo realizzare un livello di qualità della vita per tutti di incredibile valore. Chi critica tutto e tutti, credendo di fare un favore a Siena, sbaglia di grosso, e dovrebbe forse allargare lo sguardo per riuscire a mettere a fuoco tutto il buono che qui è stato fatto. Questo è, oggi, il dovere della politica; a Siena, come nel paese. Noi democratici lavoreremo per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *