Le nostre sono terre ospitali perche’ antifasciste. Il congresso di CasaPound a Chianciano Terme e’ incomprensibile

Set 01, 16 Le nostre sono terre ospitali perche’ antifasciste. Il congresso di CasaPound a Chianciano Terme e’ incomprensibile

“Sono rimasto colpito dalla scelta dell’amministrazione comunale di Chianciano Terme di ospitare il congresso nazionale di CasaPound e chiedo al sindaco Marchetti di ripensare questa sua decisione. Per questo domenica 4 settembre aderirò alla manifestazione antifascista organizzata dall’Anpi e sostenuta da tante forze politiche, del mondo del lavoro e dell’associazionismo”. Con queste parole Luigi Dallai, deputato del Partito democratico, interviene sulla ‘querelle’ legata al congresso nazionale di CasaPound, in programma a Chianciano Terme dal 9 all’11 settembre.
“Il rispetto delle regole democratiche e il diritto di ognuno a manifestare le proprie idee è alla base della nostra Costituzione. Un diritto che dobbiamo difendere anche riuscendo a dire no a chi vorrebbe cancellarlo. Per questo chiedo ad Andrea Marchetti di ritornare sulle proprie decisioni dando un segnale forte contro chi fa dell’intolleranza e della lotta antidemocratica la propria bandiera. Chianciano Terme ha bisogno di crescere e per crescere serve un dialogo e un confronto costante tra tutte le forze politiche democratiche. Chi si ispira a fascismo e xenofobia non può trovare ospitalità”.

chianciano_terme_lapide_a_casini_1

La Lapide in ricordo di Antonio Casini assassinato da un gruppo di fascisti il 16 ottobre 1921

chianciano_terme_monumento_ai_perugini_1

La famiglia Perugini sterminata a Chianciano Terme il 13 giugno 1944

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *