Le mie risposte alle 10 domande de “la Repubblica”

1) Patrimoniale sì o no? Se sì, di quale entità?
Sì, ma devono pagare: il 20% delle famiglie più ricche; chi ha portato i soldi all’estero (altri paesi hanno già stipulato accordi con la Svizzera); gli evasori fiscali (il prof. Pietro Modiano ha proposto un metodo di detrazione per colpire soprattutto chi non paga le imposte). I proventi dovrebbero essere investiti su Scuola, Università e ricerca, oltre che per abbassare le tasse per imprese e famiglie, a partire dall’IMU sulla prima casa.

2) Il salario minimo può sostituire il sistema di ammortizzatori sociali fin qui conosciuto?
Quella della Fornero non è sufficiente ed ha aumentato il costo del lavoro. Gli ammortizzatori devono essere semplici e per tutti,per terminare la stagione di quelli in deroga e dare certezze ad imprese e dipendenti

3) Indichi uno strumento per combattere l’evasione fiscale.
La tracciabilità di tutti i pagamenti. Pensate ad un mondo senza contanti: criminali ed evasori fiscali sarebbero in forte difficoltà. Forse un giorno ci arriveremo, intanto possiamo incrementare gli strumenti di pagamento tracciabili, a partire da bancomat e carte di credito. Sarebbe anche nell’interesse del nostro territorio, dato che vogliamo sviluppare a Siena un importante polo della Monetica, partendo dall’esperienza del Consorzio MPS. Oltre questo è necessario spingere sulle detrazioni fiscali, ad esempio sulla manutenzione degli immobili

4) E’ d’accordo o no a mantenere il divieto di fecondazione eterologa contenuto nella legge 40?
Il divieto di fecondazione eterologa deve essere cancellato e la legge 40 deve essere profondamente modificata, per adeguarsi agli standard europei.

5) IMU: è d’accordo sulle esenzioni previste per la Chiesa e gli enti no profit?
Su immobili ad uso commerciale anche la Chiesa deve pagare l’IMU, mentre devono essere esenti i luoghi da chiunque destinati ad attività sociali ed associative no profit, che rappresentano una ricchezza per le nostre comunità.

6) Sanità: va bene il sistema attuale o va aumentato il contributo a carico del singolo paziente in base al reddito?
Una sanità pubblica di qualità rappresenta un valore irrinunciabile della società umana.
Si può ragionare sulla compartecipazione degli assistiti, così come ha cominciato a fare la Regione Toscana, ma non si può tartassare ancora il ceto medio che già paga altissime tasse.

7) E’ favorevole al matrimonio gay? E all’adozione da parte di coppie gay?
Sono favorevole ai matrimoni anche fra persone dello stesso genere. Diritti e doveri devono essere uguali per tutti senza nessuna discriminazione. Penso invece che la nostra società non sia ancora pronta per l’adozione dei figli da parte di coppie dello stesso genere.

8) E’ pronto a tagliarsi l’indennità da parlamentare? Se sì, di che cifra? E a quanto ridurrebbe il numero dei parlamentari?
Sì del 50%, ma con una legge sul finanziamento ai partiti che garantisca trasparenza e che tutti possano partecipare alla politica,non solo i miliardari o chi è da loro finanziato.

9) E’ favorevole a una legge che riconosca subito diritti di cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia, secondo il principio dello ius soli?
Sì e subito. I bambini che nascono in Italia hanno diritto alla cittadinanza. Oltre ad essere un principio di civiltà, aiuta l’integrazione, la valorizzazione delle diversità e lo sviluppo economico e sociale del paese.

10) In che modo correggerebbe le norme anti-corruzione approvate dal parlamento, che lo stesso Monti ha definito insufficienti?
Reintrodurrei il reato di falso in bilancio e inasprirei le pene. Introdurrei la procedibilità d’ufficio per la corruzione tra privati. Devono inoltre essere riviste le norme sulla prescrizione che, introdotte dal PDL per salvare Berlusconi, hanno creato vaste aree di impunità per molti criminali e corrotti, così come le altre leggi ad personam. Renderei più rapide e profonde le procedure per la confisca dei beni rinvenimenti da introiti illeciti.