Il Pd discute e fa vivere la buona politica. Dal congresso numeri positivi

Mar 29, 17 Il Pd discute e fa vivere la buona politica. Dal congresso numeri positivi

“Come ogni congresso, nei circoli del PD ci ritroviamo per discutere e votare indirizzi politici diversificati, e lo facciamo con rispetto reciproco e con passione. Il percorso congressuale che stiamo portando avanti, anche a Siena, non è né una parata trionfale né un flop, ma di sicuro è un momento di partecipazione che fa bene alla politica e al confronto democratico”.

“A un mese dalle primarie aperte del 30 aprile con le quali sceglieremo il nuovo segretario del Pd si sono svolti, nel nostro territorio, 33 congressi sui 120 previsti. La partecipazione media è di oltre il 50 per cento con alcuni circoli che superano il 60. Un risultato più che positivo e che, in molti casi supera le consultazioni dei precedenti Congressi. In termini assoluti c’è un leggero calo di votanti, pari a circa il 20 per cento, che è dovuto al calo degli iscritti. Credo però sia giusto rilevare il dato politico, ovvero che il Pd continua a tenere viva la buona politica. Quella fatta di valori, di idee sulle quali confrontarsi e qualche volta scontrarsi. Ci sono cose da migliorare, certo: c’è da ricostruire un clima di solidarietà riducendo i personalismi, c’è una base di iscritti da recuperare ed ampliare, ci sono elettori che dobbiamo far tornare a gravitare nell’area democratica e di centrosinistra. Ne siamo consapevoli e per quanto mi riguarda occorre lavorare perchè tutti si sentano rappresentati. Però la forza del nostro partito è proprio quella di non nascondere i problemi, e di affrontarli a viso aperto, e l’occasione del Congresso può servire anche a questo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *